giovedì 17 aprile 2008

I lunghi tempi della digestione

Alcuni pensieri nati oggi in aula studio mentre ero a fare grasse risate con personaggi simpatizzanti leghisti:

1)Trovo fastisiosa la debolezza della sinistra rimasta nelle istituzioni,che non aspetta nemmeno la fine dello spoglio dei voti per chiamare l'avversario e complimentarsi; mentre Prodi aspetta ancora quella di Silvio del 2006.Questo continuare a porgere l'altra guancia senza capire che dall'altra parte c'è sempre qualcuno pronto a schiaffeggiarti, non curandosi dei tuoi gesti nobili, anche solo per piacere ad un elettore in più.

2)Se si prevedono tempi duri e misure impopolari (da leggersi non tocchiamo le tasse che critichiamo da 2 anni perchè altrimenti Almunia ci caccia dall'euro), che motivo c'era di screditare l'operato di Padoa Schioppa?
Se si è attaccato il governo per la questioni alitalia, che secondo Silvio, la sinistra voleva regalare ai francesi, perchè adesso airfrance và bene come unico acquirente?dov'è la cordata italiana?dove sono i russi amici suoi?perchè non capisce che Putin è solo invidioso della sua villa in Sardegna?

3)Feltri non chiede scusa per la foto di oggi pubblicata in prima pagina sul suo bel Libero, ma quando chiederà scusa per la vignetta che ritraeva la statua di Prodi abbattuta a ricordare quella di Saddam in quel di Baghdad, il giorno dopo la caduta del governo?non era un pò fortina?
a noi piace ricordarlo quando distribuiva in allegato la storia di mussolini e del fascismo...
(cazzate ma io le ricordo..)

4)Ora che lo sporco lavoro di votare pdl c'è l'ha il popolo, diversi imprenditori che magari prima votavano forza italia puramente per interessi, possono lavarsi la coscienza votando magari per la legalità di Di Pietro. Qualcuno ha fiutato il pericolo, qualcun'altro per scusarsi per i voti precedenti, fatto stà che il peggio è ritornato.
E' la fine quella più importante (ndr)

Giuro che non farò mai più post cosi lunghi, prima di lasciarvi un'ultima cosa.
Ho appena finito di guardare annozero (bellissima puntata veramente); hanno fatto vedere un servizio di come si è vissuto lo spoglio in una sezione del pd in toscana..ad un certo punto il cameramen ha ripreso gli occhi lucidi di una signora anziana mentre commentava i risultati.
Quando malinconicamente ha teso il braccio ad indicare una foto di Berlinguer appesa ad un muro,ecco...li...in quel momento..mi sono sentito piccolo come un moscerino..

2 commenti:

Addison ha detto...

Feltrino non lo scopriamo certamente oggi.
Ti faccio i miei più vivi complimenti: ci vuole coraggio a seguire i dibattiti politici dopo queste botte. Io non ce l'ho avuto.
Sul punto 1 non posso che quotare, l'avevo notato pure io.... mentre ero in catalessi totale. Ora mi sono un po' ripreso, ma ascoltato le osservazioni di Di Pietro e dell'alal radicale..... ci son tornato.
In catalessi, intendo.
Saluti,
Addison.

Alicesu ha detto...

Beh, però berlinguer è morto da un bel pezzo.
C'era poco da piangere: chi poteva vincere, in alternativa?
Veltroni?

Ma mica vogliamo paragonare, dai...