sabato 19 aprile 2008

Produci, consuma, crepa!

Alla mensa san Francesco si fanno ottimi discorsi in sti giorni.
Oggi tra un bastoncino di pesce e un'altro ho discusso con un'israeliano e una pugliese sulla situazione socio economica italiana.
Per il ragazzo ebreo gli italiani sono un popolo che si accontenta destinato a essere surclassati da i lavoratori degli altri paesi che sono disposti a lavorare più ore, in modo da non doversi lamentare come gli italiani dello scarso stipendio.
Io non vedendola ,come del resto la ragazza pugliese, nello stesso modo ho provato a fargli capire che se la mettiamo su questi temi troverai sempre uno che lavora un'ora più di te, ma il suo modo abbastanza aggressivo di colloquiare ci ha trattenuto abbastanza penso.
La pensavamo nello stesso modo invece nell'inutilità di far muovere le merci che sono presenti già nei territori; in soldoni io mi bevo l'acqua mia e mi mangio la mia insalata.
Per gli ananas e simili siamo tutti disponibili al commercio.
L'importanza di costruire infrastrutture (ponte di Messina) però per far viaggiare gli ananas e i suoi simili non mi ha convinto troppo, e di qua nuove accuse di immodernismo.
Immodernismo dovuto a suo parere, dalla nostra troppa attenzione nei confronti dei nostri patrimoni culturali e storici....bah!
Altri discorsi mi hanno spinto a generalizzare (il che non bene)che da vent'anni a questa parte Israeliani e Palestinesi continueranno a crescere abbastanza prevenuti e pre indirizzati politicamente.
In sti giorni la san Francesco è uno spasso!
Dal ricettario del buon agrario, pasta al burro al giusto orario (ndr).

p.s.
Alla prima conferenza stampa aveva detto che pensare ai teatrini della politica era inutile e che era doveroso pensare ai rifiuti di Napoli (su cui ha fatto una campagna elettorale).
L'incontro il giorno successivo con l'amico Putin nella sua villa in costa azzurra, con tanto di Apicella e bagaglino, dovrebbe corrispondere ad un generoso VAFFANCULO urlato in faccia ai Napoletani.
ah dimenticavo...sbaglio o anche voi sentite parlare spesso ultimamente dei cccp?

7 commenti:

Elo' ha detto...

gli israeliani la pensano come gli americani e viceversa, poco ci puoi fare...
del resto vagli a spiegare che in realtà lavoriamo di più che negli altri paesi europeri e guadagnameo di meno.
la storia della detassazione degli straordinari si rivelerà l'ennesimo cetriolo per i lavoratori. (io me ne sbatto che tanto non me li pagano punto.)
il ponte sullo stretto ma magari lo fa così sai quanto ridiamo visto il continuo allontanamento (o contrario non mi ricordo) delle coste calabre/siciliane.
danni ecologici mostruosi mazzette a go-go ma tanto questo hanno votato i siciliani. sono senza pietà per loro.
peccato che poi i soldi vengano dalle nostre tasse.
p.s.per me i cccp non esistono più dopo la loro conversione ultracattolica di glf. che dio lo fulmini. volevo anche dar fuoco ai cd ma non ce l'ho fatta

Alicesu ha detto...

va beh ma il ponte di messina mica serve a quello. Lo sa?

Andrea Poulain ha detto...

elò:anchio mi sono chiesto tutto ciò mentre parlava,cmq è un buon ragazzo solo un filo prevenuto..e fatteli pagare gli straordinari cazzarola

alice: si si lo sà, però diciamocelo, fondamentalmente non serve a un cazzo.ci sono fior fior di professorone che dicono ke il transito è in diminuzione tra le due regioni...e pooi se si allontanano tra 10 anni viene giu tutto o no?

Elo' ha detto...

guarda io per fortuna non mi posso lamentare del mio posto di lavoro.
del resto le ore in piu' le faccio senza che nessuno me le chieda. anche perche' essendo un posto che lavora coi soldi della pubblica istruzione, si sta molto attenti a come spednere (eggia' siamo una mosca bianca ma fieri di esserlo!)
in fondo potremmo permetterci anche rimborsi stratosferici per le missioni ma nessuno qua lo fa per un senso di onesta' credo. non ci vogliamo mangiare un pezzo di torta pure noi ecco. ci va bene cosi!
il problema sta ad esempio nelle societa' di consulenza informatica (mondo che magari conosco meglio) dove gira il vero luridume di mazzette, body renting a gogo giovani sfruttati per commesse da milioni di euro.
riguardo al tuo amico non dubito della sua buona fede, dico solo che loro come gli americani hanno proprio una visione diversa dalla nostra e forse gli sembriamo alieni sotto certi punti di vista.
secondo me comunque lavorare ttroppo fa male, non se hai mai avuto il piacere di conoscere un consulente accenture...

Andrea Poulain ha detto...

Beh il senso di onestà purtroppo non penso sia cosi diffuso sopratutto nell'amministrazione pubblica.
Comunque complimenti a voi, se fossero tutti cosi ...
Ricordo una volta il racconto di un mio amico sardo, non ricordo con esattezza di dove, figlio di un dipendente comunale.
Raccontava di intere giornate passate a lavoro col padre, in quanto c'erano tornei di giochi al computer e alle consolle...ora di sicuro non tutti saranno cosi però...
bravi ancora a voi!!!
Che combinano i consulenti accenture?

Elo' ha detto...

i consulenti accenture sono dei poveri che lavorano per questa multinazionale americana. fanno di norma almeno due/ore di straordinario imposto, perchè sennò vengono umiliati dai loro project manager.
vengono rpesi per il culo in tutti i CED (centri elaborazione dati) d'italia perchè lavorano come schiavi. il mio ragazzo ne ha visto uno che dopo un mese di questa vita è scoppiato a piangere davanti a tutti e poi si è licenziato.
per quanto riguarda gli statali, mia zia lavorava all'inps. mi ha raccontato l'inenarrabile. calcola che una sua collega non ha mai lavorato,timbrava e andava in uno studio privato nel palazzo di fronte a fare la segretaria. poi ti chiedi perchè tu non andrai mai in pensione limortacciloro

Elo' ha detto...

in realta' mi trovate qui

http://elofoolish.blog.excite.it